CBD Cosa sono gli estratti di cannabis a spettro completo e come vengono prodotti? |
Il tuo carrello

Con acquisti superiori a 85€ – spedizione gratuita

 

 

Cosa sono gli estratti di cannabis a spettro completo e come vengono prodotti?

Gli estratti di piante intere, spesso chiamati estratti di piante intere, mantengono il profilo completo della pianta di cannabis. Contengono vari cannabinoidi, tra cui THC , THCa, CBD , CBDa, CBG e CBN, nonché terpeni e altri composti come flavonoidi, proteine, fenoli, steroli ed esteri.

Perché questi estratti sono desiderabili? Da un punto di vista esperienziale, replicano il profilo aromatico e gustativo della pianta. Da un punto di vista terapeutico o medico, si ottengono tutti i benefici di effetto collaterale – la teoria secondo cui i diversi componenti della pianta agiscono sinergicamente per potenziare gli effetti di principi attivi come il THC e il CBD.

Gli estratti a spettro completo sono difficili da produrre. Se da un lato è necessario preservare il maggior numero possibile di composti desiderati, dall’altro si vuole liberare l’estratto dai componenti non necessari. Alcuni metodi di estrazione filtrano questi ultimi utilizzando varie tecniche di raffinazione

Tuttavia, queste tecniche spesso privano gli estratti di alcuni dei composti più delicati, come i terpeni e i flavonoidi

Prodotti che potrebbero essere di vostro interesse

Metodi utilizzati per produrre estratti a spettro completo

I processi utilizzati per creare estratti a spettro completo devono danzare su una linea sottile per mantenere i composti desiderati all’interno e quelli indesiderati all’esterno

Si noti che l’intero spettro dei composti di un determinato ceppo è relativo al momento in cui viene effettuata l’estrazione. Ad esempio, un estratto di resina viva prelevato da una pianta fresca avrà un profilo diverso rispetto a un estratto da materiale vegetale essiccato. Questo perché alcuni composti cambiano durante il processo di essiccazione

Inoltre, il profilo di una pianta può dipendere da una serie di altri fattori, tra cui la parte della pianta, la sua età e i fattori ambientali. Per questo motivo, si possono avere più estratti a spettro completo della stessa varietà che hanno tutti profili diversi

CBDsvět.cz terpeni

Estrazione di idrocarburi

L’estrazione con idrocarburi utilizza il butano o una miscela butano-propano per produrre estratti a spettro completo. Questo metodo consente di regolare il profilo dell’estratto

In questo tipo di estrazione, il gas idrocarburico viene raffreddato e liquefatto prima di passare attraverso la materia prima vegetale. I composti desiderati della pianta vengono disciolti e la soluzione risultante viene raffinata con varie tecniche, come la sverniciatura e la deceratura. Entrambi questi processi utilizzano solventi aggiuntivi e basse temperature per rimuovere la cera e i lipidi dal prodotto finale

Gli estratti a spettro completo possono essere fini, quindi i parametri del processo devono essere precisi. Piccoli cambiamenti nella composizione del solvente e nella temperatura possono portare a un prodotto diverso. Ad esempio, un piccolo aumento della temperatura può rendere alcuni terpeni più volatili e modificare il profilo aromatico dell’estratto

Estrazione con CO2 supercritica

Nell’estrazione di CO2 supercritica, la temperatura e la pressione vengono utilizzate per creare cambiamenti di fase nella CO2. Da gas passa a mostrare le proprietà sia del gas che del liquido. Ha una viscosità simile a quella del gas e una bassa tensione superficiale, quindi penetra nei solidi porosi più facilmente dei liquidi. Il risultato è una sostanza che spiazza i composti vegetali in base alla loro massa

Regolando la temperatura, possiamo “sintonizzare” la CO2 per creare un ambiente molto preciso in cui il fluido supercritico estrarrà solo i componenti più desiderabili. Sebbene l’estrazione di CO2 comporti apparecchiature complesse, a differenza di altri metodi di estrazione, richiede una post-elaborazione minima o nulla

Pressione

L’idea alla base degli estratti a spettro completo è quella di rimuovere i componenti indesiderati. Ad esempio, alcuni lipidi vegetali possono dare origine a un sapore sgradevole o a un vapore aspro. Ciò significa che alcuni concentrati contenenti lipidi, come la colofonia , sono talvolta considerati a spettro completo. La colofonia si ottiene spremendo la resina dal materiale di partenza (come nel caso della setacciatura a secco) con calore e pressione, spesso utilizzando una speciale pressa per colofonia

Il vantaggio principale è che la lavorazione non richiede l’uso di solventi ed è relativamente sicura. Poiché è coinvolto il calore, si teme che alcuni dei componenti desiderabili della pianta – i terpeni – vadano persi durante il processo

La ricerca di prodotti a base di cannabis a spettro completo

Esistono poche norme che definiscono ciò che costituisce un estratto a spettro completo e alcuni prodotti sono etichettati come tali anche se non soddisfano la definizione generale. L’unico modo per scoprirlo è esaminare i risultati dei test di laboratorio sull’estratto

Ecco alcuni nomi di prodotti a cui prestare attenzione quando si sceglie un estratto a spettro completo

Resina viva

La resina viva è prodotta utilizzando piante di cannabis fresche (a volte congelate) invece di materiale vegetale essiccato. Non tutte le resine vive sono estratti a spettro completo e la loro composizione dipende da come vengono lavorate

Se si estrae con uno dei metodi sopra descritti, si può ottenere un estratto a spettro completo. Ma, ad esempio, se si utilizza un processo che utilizza il calore, si perdono alcuni composti del profilo della pianta – i terpeni

Estratto ad alto spettro di terpeni (HTFSE)

L’estrazione di questo prodotto è progettata per fornire alti livelli di terpeni, a volte fino al 40%. È viscoso e chiaro con una consistenza simile al miele. Alcuni HTFSE sono etichettati come “salsa ” o “salsa terp”, nomi che indicano un alto contenuto di terpeni. Tuttavia, non tutte le salse sono a spettro completo

Estratto ad alto spettro di cannabinoidi (HCFSE)

Nell’HCFSE, i processi sono messi a punto in modo che il prodotto finale abbia un’alta concentrazione di cannabinoidi. Il risultato è una struttura cristallina simile allo zucchero o diamanti . Sebbene l’HTFSE e l’HCFSE possano essere prodotti dalla stessa pianta, entrambi sono considerati estratti a spettro completo perché contengono ancora l’elenco completo dei composti desiderati presenti nella materia prima, anche se a livelli diversi

Pompa di informazioni da: http://fly.com/news/cannabis-101/what-are-full-spectrum-cannabis-extracts-how-are-they-made

Messaggi correlati

0 0 votes
Article Rating

Napsat komentář

0 Komentáře
Inline Feedbacks
View all comments
Benvenuti! Per favore, verifica la tua età per entrare Avete 18 anni o più?